pinterest ispira viaggiatori turismo

Marketing turistico su Pinterest: ispira i viaggiatori a visitare il tuo sito web

Avrai sicuramente sentito parlare di Pinterest, il visual discovery tool classe 2010 che riesce ad ispirare con la sola forza delle immagini. C’è chi lo usa per andare a caccia di spunti per il food, chi per il fashion, chi per il bricolage, chi per il design, chi per i viaggi. Una cosa è certa: riesce a solleticare la creatività nascosta di chiunque, anche della zia che non usava lo smartphone, ma da quando ha scoperto che su Pinterest ci sono un milione di ricette originali per i dolci di Natale, non ne può più fare a meno. La parola composta da Pin (spillo) + Interest (interesse) rivela la sua funzione primaria: permettere agli utenti di appuntare con uno spillo qualcosa che li ha colpiti, ispirati e che non vogliono dimenticare.

Le sue caratteristiche lo rendono a tutti gli effetti un canale di visual content marketing e quindi, un potentissimo strumento di business. Perché allora non utilizzarlo per ispirare i viaggiatori a visitare il tuo sito web? Se gestisci un portale di destinazione, un hotel, un ristorante, una struttura ricettiva extra alberghiera o qualsiasi attività atta ad intercettare i travellers, continua a leggere, perché in questo articolo ti forniremo delle preziose informazioni utili per la tua pagina Pinterest.

Partiamo da alcuni dati sull’utilizzo di Pinterest

Abbiamo letto con attenzione il report Pinterest Seasonal Insights 2019, per capire un po’ i numeri del social visivo per eccellenza. Ed ecco un po’ di dati che dovrebbero farvi pensare:

  • Oltre 250 milioni di persone al mondo usano Pinterest ogni mese, che è diventato il luogo virtuale più gettonato per scovare le prossime grandi idee da realizzare
  • Il 97% delle ricerche su Pinterest sono “unbranded”, questo significa che tu hai l’opportunità di presentarti al tuo cliente nella parte iniziale del suo processo decisionale (quello relativo all’ispirazione)
  • L’82% dei pinners ha effettuato un acquisto basato su un contenuto avvistato su Pinterest
  • Il 77% degli utenti ha scoperto un nuovo brand o un nuovo prodotto su Pinterest
  • Il 62% dei pinners utilizza Pinterest per pianificare i viaggi (Digito)
  • Per la maggior parte delle persone Summer è sinonimo di Travel. La parola Summer viene ricercata su Pinterest 768 milioni di volte ogni anno, comportando 164 milioni di Pin salvati. Il periodo migliore per fare advertising e ispirare le persone al viaggio è da febbraio a luglio. Tra le ricerche più gettonate compare “Summer bucket list”

Questi numeri parlano chiaro, e urlano a gran voce “Pinterest è il canale perfetto per ispirare i viaggiatori”.

Bene, ma come fare ad ispirare un viaggio tramite Pinterest? Primi passi

  • Parti dalla creazione delle board. Queste bacheche possono rispettare un tema portante e raccontare una storia. Nel caso di un Hotel, per esempio si potrebbero creare tantissime board dal titolo “ Stunning Rooms, Romantic stay, Travel quotes, Tasty breakfast, Our restaurant, SPA and relax, amazing beaches, discovering Rome (nel caso in cui l’Hotel si trovasse a Roma), Backstage, etc”.
  • Genera traffico verso il tuo sito. La foto può essere caricata direttamente dal tuo sito web o scrivi un articolo sul tuo blog contenente questa immagine: in questo modo cliccandoci sopra l’utente atterrerà direttamente sulle pagine del tuo portale, generando del traffico di ottima qualità.
  • Per ottenere lo stesso risultato, puoi caricare un’immagine a cui allegare l’URL di una pagina del tuo sito. In questo caso, invece di una foto potresti utilizzare una bucket list, o un’infografica accattivante, con l’obiettivo di suscitare la curiosità da parte dell’utente.
  • Rispondi alle domande dei viaggiatori. “Cosa fare nei pressi dell’Hotel?”. È un quesito lecito da parte di chi vorrebbe visitare la tua destinazione o pernottare presso la tua struttura. Airbnb, Google e Booking ci hanno costruito un impero attorno a domande del genere. Nel tuo piccolo, potresti quindi creare una bacheca ad hoc che immortali le attrazioni principali della zona di riferimento o gli itinerari percorribili e ispiri il viaggiatore.
  • Pubblica contenuti condivisibili. Ricorda che le persone non bazzicano su Pinterest per acquistare, ma per trovare ispirazione. La creazione di contenuti originali e virali genera materiale “pinnabile”, in cui le persone possono riconoscersi. Potresti pensare di creare una wishlist di spiagge da visitare nella tua regione o un’infografica che mostra come fare la valigia per un weekend indimenticabile nella tua destinazione.
  • Mostra le tue camere. Avrai senza dubbio un servizio fotografico (e se non ce l’hai, ti prego, fattelo fare subito!!!) professionale che immortala le diverse parti della tua struttura, non sottovalutarlo: utilizzalo e classificalo in board.
  • Mostra i tuoi servizi. Organizzi matrimoni, cocktail party, escursioni guidate hai una SPA, una palestra o una piscina? È bene che i travellers lo sappiano: dichiaralo con i tuoi Pin.
  • Crea belle immagini. Esistono infiniti strumenti di grafica di semplice utilizzo che ti permettono di realizzare delle immagini simpatiche, accattivanti e colorate. Uno di questi è “Canva”: provalo e sbizzarisciti.
  • Alza il sipario. Mostrare il “dietro le quinte” incute sempre un po’ di timore, ma la trasparenza e l’umanità sono due caratteristiche ricercate dall’utente 2.0. Dietro la tua attività ci sono persone: non essere timido e presenta ai pinners il simpatico chef del tuo ristorante, il nuovo receptionist o il tuttofare.
  • Pinterest è immagini, ma anche parole. Oltre all’immagine, dalla intrinseca efficacia ispirazionale, hai a disposizione 500 caratteri, che se ben impiegati riescono a colpire anche il cuore, non solo l’occhio di chi guarda.
  • Utilizza le parole chiave. Il targeting per keyword ti permette di intercettare i pinners mentre sono alla caccia di una determinata ispirazione su Pinterest, ma anche sulla SERP (i Pin possono essere indicizzati su Google). Utilizza strumenti come “Google Analytics”, “Semrush” o “Ubersuggest” per comprendere quali sono le keyword più performanti in relazione al tuo settore, e inseriscile nella descrizione dell’immagine.
  • Fai content curation. Cerca, raccogli, organizza e condividi contenuti prodotti da altri autori pertinenti ai temi di tuo interesse. Dare valore a contenuti generati da altri ti permette di creare relazioni e di trovare nuovi spunti interessanti per il tuo profilo.
  • Invoglia allo scatto. I viaggiatori ti hanno scelto e si trovano presso la tua struttura o destinazione. È il momento di stimolarli a produrre contenuti fotografici che parlano di te. Come? L’idea vincente è quella di creare dei piccoli set creativi e altamente fotografabili. Pensa ad un aperitivo di benvenuto ricco di frutta colorata, o a delle cornici a mezz’aria con sfondo panoramico in un punto strategico del borgo. Ai viaggiatori non resta altro che togliere lo smartphone dalla tasca e scattare!