corso webmarketing turismo enogastronomico

Le strutture ricettive e ristorative diventano destinazione: l’importanza del turismo enogastronomico

Venerdì 11 maggio ho avuto modo di partecipare ad un interessante e stimolante workshop organizzato da Fare Digital Media dal titolo “Aggiungi un post a tavola”, tenutosi in Open Campus e dedicato all’utilizzo del web marketing nel settore del turismo enogastronomico.

A tenere il corso è stata Martina Ricci Gori, startupper e digital marketer fondatrice di Fooditality, giovane società che offre servizi di consulenza per strutture ricettive e ristorative, comprese attività di brand strategies.

Fooditality, col suo nome, racchiude al meglio questo concetto, esplicitando i 3 temi portanti: Food, Italy e Hospitality.

Martina sin da piccola ha nutrito una grande passione per il cibo e, grazie a sua nonna, ha avuto la possibilità di entrare in contatto con la cucina emiliana e con le infinite tradizioni della pasta fatta in casa. Dopo aver lavorato nel marketing di una prestigiosa catena di hotel di lusso si è avvicinata al mondo delle startup digitali e, a seguito di alcuni anni di libera professione, ha  fondato Fooditality, divenendo un punto di riferimento per ristoranti, hotel e cantine che hanno voglia di crescere e di posizionarsi al meglio sul mercato.

Martina ha fatto subito leva su un importante concetto: oggi più che mai le strutture ricettive e ristorative hanno la possibilità di divenire luoghi di destinazione, al pari livello di una città. Il nuovo consumatore non si accontenta solamente di un buon piatto o di una bella camera, ma ricerca un’esperienza immersiva, fatta di emozioni e sensazioni. Se prima era sufficiente la soddisfazione di bisogni di tipo funzionale, oggi il viaggiatore ricerca un appagamento di tipo simbolico e valoriale. Il turismo enogastronomico si rivela essere un cluster rilevante e in crescita, basti pensare che nel 2017 il valore economico delle spese turistiche legate all’agroalimentare si aggira intorno ai 12 miliardi di euro (circa il 15% del valore totale del mercato turistico). In più il 2018 è stato dichiarato come l’#annodelcibotaliano, grazie ai numerosi riconoscimenti Unesco verso alcune eccellenze tipiche italiane e alle candidature ricevute dal Prosecco e dall’Amatriciana.

Come promuovere la propria struttura ricettiva o ristorativa utilizzando gli strumenti del web marketing

Coloro che si occupano della comunicazione di una struttura ricettiva o ristorativa, affinché il loro lavoro porti a dei profitti interessanti, devono servirsi di 4 fondamentali strumenti:

  • uno smart device (mobile o tablet)
  • foto e video professionali
  • un calendario editoriale strategico
  • un professionista che garantisca aggiornamento e formazione sulle molteplici possibilità di crescita del business in questione

Oggi è molto importante comunicare attraverso i social media e ognuno di essi si caratterizza per un linguaggio e un target differente.

Facebook

La creazione di una Fanpage su Facebook è un passaggio fondamentale affinché venga comunicata e rafforzata la Brand Identity e accresca la Brand Awareness dell’azienda. Attraverso l’utilizzo di questo social network possono essere creati degli eventi che metteranno al corrente il pubblico delle attività svolte all’interno della struttura, e si getteranno le basi per la creazione di una relazione continuativa offline. Un approccio omnicanale, che prevede una certa coerenza sull’utilizzo dei canali fisici e online diviene oggi essenziale per instaurare un dialogo col consumatore finale. Molto importante è anche la creazione di contenuti di qualità attraverso i singoli post (Martina consiglia di pubblicarne almeno 3 a settimana) e, per la promozione degli stessi, è inevitabile un costante investimento in advertising che porterà a buoni risultati nel breve e nel lungo periodo.

Instagram

Gli operanti del settore non possono prescindere dalla creazione di un profilo business di Instagram, attraverso il quale comunicano la loro immagine, il loro brand e i loro valori grazie al materiale fotografico prodotto dall’azienda e dagli user (UGC). Durante lo svolgimento del workshop si è inevitabilmente parlato di questa emergente figura professionale, definita Influencer o blogger, che, seppur ampiamente dibattuta, se ben impiegata è in grado di creare un alto livello di engagement e può portare ad ottimi risultati.

Altri social utili

Localizzarsi con Google e aprire un account Google my Business si rivela essere un’altra giusta scelta, per la promozione delle attività aziendali.

Twitter, pur avendo subito un calo di frequenza, è tornato ad essere un social network di nicchia: vanta la presenza degli esperti di settore, per esempio per quanto riguarda il wine può essere utilizzato per la ricerca di influencer.

Recensioni

Una struttura ricettiva o ristorativa, proponendo un servizio, è inevitabilmente sottoposta a un alto rischio di recensioni negative, che, come spiegato egregiamente da Martina, devono essere un’opportunità di apprendimento e miglioramento. In più, i feedback negativi sono un’occasione di dialogo con il pubblico, che potrebbe ricredersi a seguito di un confronto costruttivo. La fondatrice di Fooditality, grazie ad alcune interessanti case histories, ci ha messo inoltre al corrente dell’importanza di raccontare la propria storia: la personalizzazione, l’umanità e la familiarità sono degli elementi imprescindibili per la creazione di un legame reiterato nel tempo con il cliente finale. Noi, ad esempio, abbiamo conosciuto da vicino questi aspetti lavorando con l’agriturismo San Potente. Sarebbe infatti opportuno, che coloro che stanno a capo del business (o che si occupano delle attività di web marketing), interagissero attraverso i propri profili personali, così da divenire un diretto punto di riferimento che acuisce quel senso di umanità ricercato.

Come una colazione WOW influisce sulle recensioni online

Altrettanto interessante è stato l’intervento di Sabryna Dini, fondatrice del network extra alberghiero Cagliari Charming Accomodations. Chi desidera valorizzare la propria offerta turistica deve far leva su un aspetto che si dimostra essere molto importante per il consumatore finale: la colazione. Oggi più di un milione di recensioni riguardano il pasto più importante della giornata, che deve incarnare inevitabilmente le caratteristiche di abbondanza e genuinità. Una tavola imbandita, con delle ricche porzioni è sempre apprezzata dal cliente, il quale ha la sensazione di ricevere qualcosa in più. La genuinità non concerne solamente le pietanze servite, ma anche il rapporto di onestà e sincerità che si viene ad instaurare con l’ospite.

Sabryna, con il suo grande entusiasmo, ha comunicato al meglio quelli che sono i valori che ispirano il suo lavoro: dedizione, passione, amore per la propria terra e un grande senso di ospitalità, che contraddistingue da sempre il popolo sardo.