voucher start up genteinviaggio

Gente in viaggio cresce e vince il voucher start up di Sardegna Ricerche

Potremmo chiamarlo Genteinviaggio 2.0 ma in realtà il community magazine di viaggio della balena volante è sempre lui, anche se si rifà il look e diventa grande.

Con questo post annunciamo ufficialmente al mondo intero che il nostro gioiello di travel content spiccherà il volo come il suo logo grazie ad un progetto di innovazione a cui abbiamo lavorato per mesi e che abbiamo sempre avuto in mente fin quando non abbiamo ottenuto un riconoscimento economico davvero importante: abbiamo ottenuto da Sardegna Ricerche il voucher start up, ambito finanziamento che ha consentito a tantissime belle realtà sarde di innovare davvero i loro mercati.

Anche noi lo faremo, infatti il genteinviaggio 2.0 che conoscerai intorno alla fine di marzo non subisce semplicemente un cambio di design e di grafica ma, piuttosto, un restyling che parte dalle fondamenta, mantiene alcuni aspetti vitali che lo caratterizzano ma viene profondamente rinnovato.

Abbiamo accennato qualcosa quando abbiamo parlato di machine learning per le PMI turistiche e sempre di più racconteremo in questo blog. Il nostro bel progetto di content marketing online passa da una semplice (e un po’ macchinosa) piattaforma di gamification nel settore del travel a candidarsi come prima, vera, piattaforma di content marketing intelligente verticalizzata al mercato travel&tourism con tecnologie all’avanguardia e un team preparato e visionario che grazie al voucher start up ha solo intenzione di partire.

Alcune caratteristiche del nuovo Gente in viaggio

Genteinviaggio.it diventerà una sorta di medium per viaggiatori dove poter facilmente e liberamente pubblicare contenuti di viaggio come storie, esperienze reali, consigli e suggerimenti, all’interno di 10 topic (argomenti) che abbiamo individuato grazie ad un’approfondita ricerca di mercato sul territorio nazionale. Grazie al sistema che stiamo sviluppando sarà semplice per i viaggiatori entrare in contatto con altri viaggiatori con cui condividono passioni reali, scambiarsi messaggi e informazioni, scoprire nuove opportunità di viaggio.

È proprio quest’ultimo uno dei punti forti del progetto. Abbiamo progettato e stiamo realizzando un modello di engagement intelligente degli utenti online da parte delle PMI del turismo. Lo abbiamo chiamato content game ed è molto simile al funzionamento attuale del nostro community magazine, ma introduce tanti elementi di efficienza, efficacia e velocità che sarebbero stati impensabili senza le tecnologie che stiamo ormai testando.

Le aziende turistiche, non quelle stantie e poco reattive ma quelle che oltre al semplice servizio turistico offrono anche esperienze ed emozioni, potranno avere a disposizione un sistema intelligente per entrare in contatto non solo con potenziali clienti/ospiti ma anche, e soprattutto, con grandi produttori di contenuti di qualità che online fanno davvero la differenze. Grazie ai content game le PMI potranno ingaggiare viaggiatori per la realizzazione e condivisione di storie ed esperienze di viaggio utili a promuovere determinati servizi e destinazioni. Il tutto basato su passioni reali e condivise e non sulla mera apparenza come troppo spesso l’influencer marketing ci ha insegnato.

Nelle prossime settimane ti racconteremo come funziona questo algoritmo.

Le tecnologie sviluppate per il nuovo portale

Sul piano delle tecnologie utilizzate stiamo davvero apportando una rivoluzione al nostro progetto di punta sia sul piano delle opportunità dei viaggiatori di condividere le loro storie, sia sul piano delle aziende per ottimizzare le proprie campagne di web marketing. Sintetizzando (ma approfondiremo anche questi aspetti in futuro) il nuovo genteinviaggio.it potrà contare su:

  • un algoritmo semantico di intelligenza artificiale che classificherà i contenuti pubblicati analizzando i testi in maniera intelligente
  • un sistema di analisi globale di antiplagiarism dei testi. Per noi i contenuti sono materia prima insostituibile e genteinviaggio.it non sarà mai dozzinale e grossolano come molti altri grandi magazine di viaggio. Sul nostro portale, solo contenuti 100% originali e di qualità per offrire il meglio alle aziende che si affidano a noi per il loro content marketing turistico
  • un algoritmo di classificazione delle passioni dei viaggiatori
  • il tutto storato su Google Cloud Platform

Le innovazioni che stiamo realizzando concretamente

Dal punto di vista delle innovazioni per il nostro progetto, per la nostra azienda e per il mercato delle PMI turistiche italiane ce ne sarebbero di cose da dire, forse questo blog non basterebbe neanche!

Grazie a questo grande progetto di innovazione tecnologica riusciremo a snellire enormemente il nostro processo di creazione dei content game. Se oggi abbiamo bisogno di circa 7 giorni lavoro per ottenere un risultato, con il nuovo genteinviaggio.it ci basterà mezza giornata di lavoro. In questo modo l’innovazione ci consentirà di dedicarci all’acquisizione di nuovi utenti viaggiatori e business e, perché no, anche a fare qualche viaggio in più che racconteremo in prima persona sul sito e sui suoi social.

Va da sé che stiamo innovando nel profondo la tecnologia di quello che era un semplice magazine wordpress.

Sul mercato del turismo porteremo una rivoluzione gentile ed intelligente. Costruire campagne di content marketing online sarà davvero facile per le aziende turistiche: con una piccola subscription annuale avranno a disposizione una tecnologia all’ultimo grido per lanciare le proprie campagne a viaggiatori profilati, in maniera assolutamente non invasiva e molto coinvolgente. Ma ti dirò di più, il nostro algoritmo di machine learning imparerà dagli articoli pubblicati dagli utenti, quali sono le passioni dei viaggiatori stessi fornendo alle aziende che decideranno di affidarsi al nostro sistema una profilazione (nel più assoluto rispetto della privacy e delle leggi vigenti) sempre più precisa.

Parliamo di una innovazione che ha un potenziale enorme per tutta l’industria dell’editoria e del marketing online, non vediamo l’ora di mostrartela e di fartela provare. Chissà che non sia tu il viaggiatore o l’imprenditore che stiamo cercando!

Il progetto è realizzato con il contributo della Regione autonoma della Sardegna e del POR FESR 2014 – 2020.