nuove regole scrittura recensione hoepli

Le nuove regole della scrittura: Strategie e strumenti per creare contenuti di successo

Ancora agli albori della mia “carriera” da produttrice di contenuti, appena catapultata in questo frenetico mondo del marketing e affascinata dalle sue meccaniche ho subito capito che, esattamente come capitava quando ero piccola, un buon libro sarebbe stato il mio miglior compagno di avventure.

Le nuove regole della scrittura: Strategie e strumenti per creare contenuti di successo” di Ann Handley mi è stato suggerito come lettura pensata per chi è agli inizi e sinceramente non avrebbe potuto essere più azzeccato.

Quello che mi si è presentato davanti è stato un libro di 291 pagine, una copertina in perfetto stile Hoepli (personalmente adoro la veste grafica dei libri di questa casa editrice) e un titolo piuttosto intrigante, del resto non è un caso: lo stesso titolo da un assaggio piuttosto chiaro di quello che la Hadley vuole insegnarti nel libro.

Chi è Ann Handley?

Ann Handley è il Chief Content Officer di MarketingProfs, un’azienda di formazione e ricerca seguita dalla più grande comunità mondiale di esperti di marketing. La Handley è inoltre editorialista per Entrepreneur e membro del programma LinkedIn Influencer, insomma: è una persona che conosce perfettamente l’argomento del quale sta scrivendo perché ha un’esperienza più che decennale in questo campo.

Tolte le presentazioni formali però, quello che mi preme dire è che la Handley è una scrittrice dal tono pacato ma anche cordiale e brillante: leggere i suoi contenuti significa fare una chiacchierata con lei, sapere davvero che cosa ne pensa e soprattutto saperlo da una persona il cui scopo non è vantarsene ma condividere il proprio sapere.

6 parti per 73 capitoli (e oltre)

Sembra una strana via di mezzo fra dei numeri non proprio incoraggianti e la ricetta di una torta: se però è vero che questa è la lunghezza effettiva del libro, ti invito a non scoraggiarti pensando che sia troppo lungo. Nell’insieme è infatti una lettura dinamica, comprensibile e imperdibile per i contenuti che offre, inoltre devo dire che l’ho trovata piacevole quanto la preparazione di un dolce!

Tra lavoro e impegni ho impiegato tra i 4 e i 5 giorni per leggerlo e devo dire che si è rivelata molto interessante, di certo mi ha spinta ad approfondire numerosi argomenti sia alla fonte (la Handley ha numerosi canali online tramite i quali distribuisce preziose perle di saggezza) sia in via generale.

Il libro, nelle sue parti principali, è così strutturato:

  • Parte 1: Le regole della scrittura: come scrivere meglio (e detestare scrivere meno)
  • Parte 2: Le regole della scrittura: grammatica e uso delle parole
  • Parte 3: È la storia che conta
  • Parte 4: Le regole editoriali
  • Parte 5: 13 cose che scrivono gli esperti di marketing
  • Parte 6: Strumenti per creare contenuti

Lo stile è leggero, le frasi hanno un tono discorsivo e didattico allo stesso tempo, lo scopo del libro è insegnare senza annoiare e devo dire che è stato raggiunto alla perfezione.

Elenchi puntati, spazi fra un paragrafo e l’altro e riquadri si mescolano intervallati all’occasione da immagini esplicative: nessun elemento è presente in misura eccessiva, tutto è stato pensato per rendere la scrittura stessa del libro uno strumento.

Se poi fai parte delle fila dei curiosi come me, adorerai gli esempi di campagne marketing di successo, flop e vesti grafiche che la Handley cita (con relativa fonte): ho intervallato spesso alla lettura diversi minuti sul web per ricercare queste fonti e ne è valsa la pena, ognuna di queste era perfettamente azzeccata e spesso molto simpatica.

Qual è lo scopo finale del libro?

Se dicessi che lo scopo finale del libro di Ann Handley è quello di “insegnare a scrivere” sarei limitativa e mortificherei tutto il lavoro che è stato fatto per metterlo insieme.

Le nuove regole della scrittura è pensato per insegnare a pensare prima ancora di scrivere. Quello che fa la Handley non è semplicemente fornire una lista di strumenti utili o stilare delle regole ah hoc, l’autrice parla al lettore e gli racconta cosa vuol dire scrivere per il mondo di oggi, per il pubblico del web e per i datori di lavoro spesso molto esigenti. Nel corso della lettura racconta le sue esperienze personali, i suoi successi e fallimenti e i suoi personalissimi segreti del mestiere, insomma instaura un dialogo col lettore che quando si arriva alla fine del libro lascia pienamente soddisfatti e invoglia, come ho già accennato, ad approfondire gli argomenti trattati.

In conclusione se dovessi dare un punteggio da 1 a 5 a questo libro lo promuoverei col massimo dei voti: non solo è una lettura che consiglio personalmente, ma la suggerisco sia come mezzo per imparare che come “lettura di piacere  impegnata”.

Al giorno d’oggi chi pubblica libri o e-books per questi argomenti cerca sempre di instaurare un rapporto con il lettore, dandogli del “tu” o ricorrendo ad altri mezzi indubbiamente corretti ma spesso privi di una qualche traccia di vera personalità.

Quando invece leggo un libro che riesce a coniugare una affabile chiacchierata con una lezione complessa come quella sul marketing, non posso fare a meno di pensare a quell’insegnante che ognuno di noi ha incontrato almeno una volta nella vita, innamorata del suo lavoro e desiderosa di trasmettere le sue conoscenze: Ann Handley è senza ombra di dubbio quell’insegnante.

Vuoi ricevere qualche consiglio in più, hai dubbi o curiosità? Contattaci!