guide turistiche guadagnare blog

Guide turistiche: guadagnare con il vostro blog e monetizzare i contenuti

Quando parliamo di storytelling nel turismo dobbiamo assolutamente fare riferimento ad una tipologia di professionisti davvero unici: le guide turistiche. Nell’ultimo anno abbiamo imparato a conoscerne tanti in diverse zone d’Italia e siamo sempre più convinti che si tratti della professione che nell’ecosistema travel condivide in assoluto la maggior quantità di contenuti e storie su destinazioni, personaggi, prodotti locali e brand storici.

Raccontare storie è un vero e proprio mestiere, che spesso non viene valorizzato a dovere ed è per questo che non perdiamo occasione di consigliare alle guide con cui entriamo in contatto di evitare le polemiche “istituzionali” che non fanno altro che impantanare un ambiente che dovrebbe essere estremamente dinamico. Quello che consigliamo noi è di fare del proprio mestiere un’arte e delle tante storie e competenze dimostrate un ottimo motivo per trasformarle in un lavoro redditizio.

È ora di meritare qualche gratificazione economica grazie al vostro lavoro

Dobbiamo ancora dirlo che avete bisogno di un sito internet? Mi auguro di no. Dobbiamo anche aggiungere che oltre ad un modulo di booking online per le vostre visite guidate dovreste avere un blog? Speriamo di no, ma essendo una questione che ci sta particolarmente a cuore, ribadiamo il concetto: fatevi un blog.

Anche se alcuni blogger fanno apparire questo strumento di comunicazione come qualcosa di estremamente naif e dedicato a dei narcisi che non sanno fare altro che bombardarsi di selfie, sappiate che il blog di una guida turistica può diventare un punto di riferimento utilissimo per i tanti viaggiatori che cercano su internet informazioni per visitare il vostro territorio. In questo senso questo è proprio il canale dove poter riversare una parte delle conoscenze territoriali per trarne anche un introito economico che possa aggiungere un po’ di meritata gratificazione ad uno dei mestieri più belli (quando praticato con passione) di tutto il panorama turistico. Ma il blog non vi servirà solo a questo, sono tante le opportunità professionali che un’attività di blogging fatta con regolarità può portarvi:

  • Farvi conoscere come “ambasciatori” del vostro territorio;
  • Diventare un punto di riferimento per coloro che cercano informazioni e consigli per visitare la destinazione in cui lavorate;
  • Fare personal branding;
  • Sviluppare collaborazioni con altri professionisti e aziende che operano nel vostro stesso territorio;
  • Avere un’entrata economica in più;
  • Crescere, aggiornare e consolidare la vostra professione.

Guadagnare con il blog: 3 opportunità a portata di mano

Sappiamo che non esistono delle ricette perfette e che le manne non cadono dal cielo. Dalla nostra esperienza, però, abbiamo imparato a capire che grazie ad un blog è possibile davvero guadagnare qualcosa e se fatto bene, con strategia e competenza questo qualcosa può trasformarsi in una vera entrata, utile a sostenere eventuali progetti e piccoli investimenti per migliorare l’offerta di visite guidate ed esperienze turistiche.

Vediamo, quindi, quali sono questi semplici strumenti che le guide turistiche possono sfruttare per guadagnare attraverso i contenuti del proprio sito web:

Google Adsense

AdSense è il programma di advertising native per i publisher online al quale chiunque abbia un sito web può accedere gratuitamente. I formati pubblicitari sono sempre più studiati nel design e nella UX per non essere invadenti, anzi l’obiettivo di Big G è quello di rendere completamente integrati i suoi annunci pubblicitari con i contenuti all’interno dei quali vengono posizionati. Il sistema di calcolo delle revenue di AdSense è il CPC (Costo Per Clic) e fondamentalmente si basa su un meccanismo ad asta per cui, più è ambita una pagina web da diversi advertiser, più questi saranno disposti a spendere per posizionare i loro banner all’interno di un sito specifico, più voi che fate contenuti online guadagnate.

Difficilmente con questo strumento si riesce ad ottenere volumi interessanti, ma con numeri discreti e, soprattutto, una forte specializzazione su un territorio si possono ottenere belle soddisfazioni. Google è super puntuale e i pagamenti arrivano per bonifico direttamente sul conto con una puntualità perfetta!

Google AdSense Native Feed Ads

Affiliazioni

Sapevate che esistono tantissimi portali online del settore travel che condividono le loro revenue con publisher e produttori di contenuti online? Dai colossi come Booking.com, Expedia, Get Your Guide e Tripadvisor, ai metasearch come Skyscanner. Per non parlare dei portali di e-commerce, primo tra tutti Amazon. Tantissimi siti che prevedono una transazione economica offrono accordi di “Affiliazione” per cui alle vendite e alle prenotazioni generate da siti web esterni (riconosciute attraverso la generazione di URL tracciati) vengono riconosciute delle % sulle commissioni trattenute dai portali stessi.

In pratica queste affiliazioni consistono nell’apposizione di link verso singoli prodotti, landing page tematiche ecc nei vostri siti tramite link testuale/banner visual/widget interattivi. Per ogni utente che porta a buon fine una transazione sul portale di riferimento proveniando dal vostro sito, vi viene riconosciuta una fee. Superate determinate soglie di accumulo, i soldi raccolti vi vengono automaticamente versati nel conto corrente tramite bonifico bancario. Mica male no?

Anche per questo è importante avere un sito ricco di contenuti specializzati sul vostro territorio. Consigliando strutture ricettive, locali di ristorazione, guide, libri e accessori potrete guadagnare davvero… ed ecco che fioccano le sezioni su dove mangiare e dormire in città! 😉

affiliazioni marketing blogGuest post

Pratica antica ma ancora pienamente in voga è quello di realizzare un contenuto di qualità, non pubblicitario, all’interno del quale inserire il link al sito web di un’attività turistica locale come hotel e ristoranti importanti, agriturismi e cooperative può essere un’attività remunerata. Si chiama guest posting ed simile al meccanismo di affiliazione di cui sopra solo che questa volta il link sarà diretto al sito dell’attività specifica e non ad un grande portale. È un ottimo sistema win-win che farà guadagnare voi qualche soldo per la pubblicazione e l’azienda che l’avrà commissionato perché riceverà benefici in termini di SEO e di traffico diretto. Attenzione però! Questi contenuti devono essere assolutamente autentici, naturali e in linea con i vostri piani editoriali e linguaggi. Non siate pubblicitari e non snaturate il vostro modo di essere, perché a chi cerca contenuti online non piace leggere queste cose e di conseguenza non piace neanche ai motori di ricerca…

guest post risorsa seo gratuita header

Spero che possa esservi stato utile scoprire questi tre modi per guadagnare attraverso il vostro blog e vi abbia stuzzicato la curiosità di approfondire le tematiche trattate. È importante capire che è difficile che queste forme di monetizzazione possano sostituirsi ad un reddito. Ma d’altronde il vostro lavoro di guida turistica è un altro. Arrotondare tramite il proprio blog è un modo ulteriore per rendere utilissimo per il vostro marketing attingere ad un ampio ventaglio di possibilità che può anche stimolare la creazione di piani editoriali pensati ad hoc per massimizzare la revenue dei vostri sforzi nel content marketing.

Noi queste tematiche le affrontiamo nel dettaglio nei nostri corsi di marketing per il turismo.

SONO APERTE LE ISCRIZIONI AI PROSSIMI CORSI DI STORYTELLING E SHARING ECONOMY PER GUIDE TURISTICHE

Mamoiada (NU): 16 – 17 novembre 2018.
POSTI LIMITATI, PRENOTA SUBITO!