facebook per agenzie di viaggio

Facebook per agenzie di viaggio: piccola guida per iniziare ad usarlo bene

Non è più il 2012 quando siti di informazione per agenzie di viaggio, come TTG Italia, dovevano riempire le proprie pagine di articoli su come, quanto e perché fosse necessario per gli ADV utilizzare Facebook quotidianamente nelle proprie attività lavorative. Non c’è più bisogno di convincere gli agenti di questo anche se forse il percorso per professionalizzare questo utilizzo è ancora lungo e tortuoso.

Tra l’altro ormai quando si parla di Facebook non ci si può neanche limitare a considerare il social più usato nel mondo occidentale. L’azienda dal logo blu con la F bianca dentro è ormai leader indiscussa della messaggistica istantanea online. Sono infatti di proprietà di Zuckerberg&Co strumenti di quotidiano utilizzo come Facebook Messenger, Whatsapp e Instagram. Le attività di sponsorizzazione di contenuti su questi canali possono praticamente essere gestiti con un unico strumento: Facebook Business, strumento pensato per professionisti del mestiere ma dall’enorme potenziale.

Fa eccezione Whatsapp dove ancora non sono previsti meccanismi di advertising. Ma sono sicuro che tutti gli agenti di viaggio che leggeranno questo contenuto sanno bene quanto sia importante per la propria attività rispondere ai messaggini dei propri clienti.

Dicevamo: Facebook. Da una ricerca di Webitmag del 2016 risulta ormai consolidato l’utilizzo di questo social network nell’ambito delle agenzie di viaggio. Parliamo di percentuali bulgare, 94,67% degli agenti di viaggio lo adoperava lo scorso anno. Dunque, sono finiti i tempi in cui noi marketer digitali dovevamo convincere i professionisti “tradizionali” ad adottare tecnologie web all’avanguardia.

Rimane, però, un problema enorme. È innegabile che le attività di agenzia si stiano spostando sempre di più in ambienti online e dunque sapere usare bene gli strumenti del web è sempre più fondamentale per avere successo con la propria agenzia. Questo discorso vale indistintamente per piccoli e grandi territori. Poco importa se la tua agenzia sia in un paesino o in un quartiere di Roma o Milano. Facebook ti aiuta a non farti travolgere dal viaggiatore fai da te che si organizza da solo completamente online.

L’agenzia di viaggio ha ancora delle grandi armi dalla sua parte e Facebook non può che essere un alleato professionale. Vediamo quali sono 4 di questi vantaggi e le opportunità che possono nascere da un uso professionale di Facebook per il settore degli agenti di viaggio.

Le agenzie hanno un target molto ben definito

I turisti e viaggiatori che acquistano i propri servizi di viaggio in agenzia sono un numero ridotto rispetto a qualche anno fa, ma sono molto meglio profilati. Potremmo dire che anche le agenzie, così come i progetti web di maggior successo, hanno un pubblico di nicchia. E allora questo pubblico va conosciuto e studiato bene e nel dettaglio per potergli offrire servizi sempre più personalizzati. Spesso tra agente e cliente si viene a creare un vero rapporto personale. Lo sapete bene, quando voi agenti fate gli educational in giro per il mondo poi in agenzia ai clienti fate vedere le vostre foto personali per convincerli della bontà delle strutture che andranno a prenotare. Ecco, questo rapporto umano di passaparola è una grande risorsa che va valorizzata. Anche tramite Facebook.

Viaggio è emozione e ispirazione

Il viaggio porta con se una carica di valori, sensazioni e sentimenti che è ancora unica nel suo genere. Credo che non ci siano altre attività umane che ad oggi hanno un carico emozionale così forte come quello del viaggio. Facebook, grazie al valore che dà alle immagini e alle emozioni (soprattutto quelle leggere) è un ambiente ideale per chi delle emozioni e delle ispirazioni ne ha fatto una professione. Cari agenti di viaggio, una volta che avrete inquadrato bene il vostro target d’agenzia non sarà difficile stimolarlo ed ispirarlo tramite la vostra pagina Facebook. Immagini accattivanti, prodotti pensati per i vostri clienti e tante idee di viaggio da scoprire saranno la materia prima della vostra comunicazione social. L’impatto di Facebook nell’industria del travel è sempre più certo e numerosi sono gli studi empirici sul campo che lo sostengono. Quello che dovete fare è “solo” utilizzare questo social nella maniera più ottimale possibile. Nel caso non abbiate tempo o risorse per farlo, rivolgetevi ad aziende che possano farlo per voi.

Utilizza campagne di promozione dinamiche e di retargeting

Per toccare qualche argomento pratico relativo all’utilità del social di Zuckerberg per le agenzie di viaggio vi invito ad informarvi meglio sulle campagne promozionali dinamiche. Se non sapete cosa vuol dire retargeting forse dovete approfondire il discorso e magari farvi accompagnare in questo percorso da un’azienda specializzata per capire tutte le potenzialità di questo strumento. Alla base di una campagna dinamica su Facebook Ads c’è comunque un buon sito internet, con tutti i vostri prodotti ben visibili in un portfolio piacevole da navigare. A quel punto installare il pixel di Facebook sarà un gioco da ragazzi e lanciare le campagne dinamiche ancora di più. Grazie a questo incredibile strumento potrete seguire i vostri potenziali clienti nelle loro azioni sui social rilanciando i prodotti che hanno osservato sul vostro sito senza però acquistarli. In questo modo il tasso di conversione dei vostri utenti web può aumentare di molto le sue % di conversione!

Valorizza le email dei tuoi clienti anche grazie a Facebook

Molti agenti di viaggio hanno delle mailing list dei propri clienti e, probabilmente, anche delle liste di numeri di telefono. Se ancora non le hai, cosa stai aspettando ad iniziare a raccogliere i contatti di chi entra nella tua agenzia? Ricorda di segmentare un minimo i tuoi contatti per interessi, età, provenienza – magari utilizzando un foglio exel o meglio ancora le liste di Mailchimp – perché quei contatti sono preziosissimi anche su Facebook. Eh si, perché grazie agli strumenti promozionali delle pagine business è possibile inviare messaggi pubblicitari a contatti specifici selezionati grazie agli indirizzi email e ai numeri di telefono (per una grande fetta di pubblico l’utilizzo di Facebook avviene solo da smartphone…). Hai idea di cosa vuol dire questo? Potrai fare arrivare l’offerta perfetta al cliente perfetto senza alzare la cornetta e iniziare estenuanti trattative telefoniche, appuntamenti ecc. Saranno i tuoi clienti già incuriositi a contattarti per chiederti maggiori informazioni quando saranno già “a pochi metri dal traguardo” dell’acquisto del pacchetto di viaggio o del singolo servizio turistico!

Dopo questi quattro approfondimenti sarà molto difficile non considerare Facebook il miglior amico degli agenti di viaggio.

Se ancora qualcosa non ti è chiaro o vuoi capire come fare per iniziare ad usare Facebook per la tua agenzia di viaggio in maniera professionale non esitare a contattarci o scriverci tra i commenti.

4 libri sul Facebook Marketing che dovresti leggere