recensione libro hoepli miriam bertoli

Web marketing per le PMI: recensione del libro di Miriam Bertoli

Ho iniziato questa lettura per comprendere meglio il mondo delle piccole e medie imprese, cosa servisse davvero per poter emergere con successo nel mare della concorrenza e come farlo attraverso il web. Devo dire che “Web marketing per le PMI” è stata senza dubbio un’ottima scelta: oltre ad aver fatto incetta di numerosi consigli utili su strategie di web marketing e buone pratiche tutte da sperimentare, ho scoperto nuovi aspetti di questo mondo che mi hanno aiutato ad ampliare il mio punto di vista e le mie conoscenze e di cui, sicuramente, farò tesoro.

Web Marketing, ma soprattutto PMI

A giudicarlo dalla copertina, il testo di Miriam Bertoli potrebbe sembrare l’ennesimo libro di web marketing: posso assicurarti che non è questo il caso. Nel corso di 248 pagine la Bertoli analizza per esteso l’argomento web marketing, tuttavia lo fa sempre in relazione al variegato, imprevedibile, impegnativo mondo delle piccole e medie imprese.  Ogni capitolo è così costruito:

  • Introduzione al tema principale e generale
  • Spiegazione delle migliori strategie da mettere in pratica nel campo delle PMI
  • Un piccolo riquadro di “focus” dopo un determinato numero di paragrafi
  • Un buon numero di immagini esplicative che si avvicendano all’interno del capitolo (utilissime per comprendere come funzionano certi programmi precedentemente citati o per spiegare visivamente esempi utilizzati in precedenza)
  • Una sezione finale comprensiva di cinque consigli e tre “domande agli esperti”, spesso legate al mondo delle micro, piccole e medie imprese.

Insomma, ogni capitolo è stato pensato per fornire gli strumenti migliori all’imprenditore che lo legge. Ogni strategia viene ideata, spiegata riccamente e accompagnata da esempi appropriati: nulla viene lasciato caso. Ho apprezzato la presenza dei focus, piccole sezioni dopo uno o più argomenti che aiutano a riepilogare il tema principale o ad approfondirlo in 5-10 righe.

Uno stile semplice per chi ha appena iniziato

Per intraprendere questa lettura non servono particolari conoscenze nel campo del marketing. L’autrice analizza tutti gli argomenti e gli strumenti proposti in modo semplice e ordinato, fornendo immediatamente le basi al lettore: anche in un capitolo complesso e ampio come quello di Google Analytics mostra gli elementi essenziali senza dilungarsi troppo. Ogni tecnicismo viene accompagnato da immagini e guide brevi per superare qualunque difficoltà, non ci sono dati o frasi ambigue.

Il tono con cui Miriam Bertoli si rivolge a chi legge non è troppo colloquiale ma neanche troppo tecnico, trasmettendo di fatto l’idea di una conversazione costruttiva con il lettore. Invogliando la persona a girare pagina e continuare senza mai farla cadere in quello stato di smarrimento e poca motivazione che spesso i libri troppo tecnici comunicano.

Cinque consigli e tre domande all’esperto: per avere le spalle coperte da subito

L’elemento che ho apprezzato maggiormente è stato senza ombra di dubbio la sezione finale di ogni capitolo, dedicata nell’ordine a 5 consigli dell’autrice e tre domande con relative risposte fatte ad uno o più esperti del settore appena spiegato.

Per ogni consiglio basta una frase accompagnata da un esempio: una buona pratica che si esaurisce mediamente in 6 righe e vuole porsi come testo ideale da inserire in un post-it e affiggere ad una bacheca, così da farne sempre buon utilizzo. I pareri degli esperti sono altrettanto preziosi: spesso hanno risposto ad alcune domande che mi sono posta dopo la lettura del capitolo, fugando ogni mia incertezza immediatamente. Sono anche suggerimenti veri e propri e a volte piccoli casi-studio insomma: sono tre pagine da non saltare assolutamente.

E proprio perchè è un libro pensato per chi è agli inizi, le pagine conclusive sono ironiche e ancora più didattiche: un breve alfabeto dei termini che vengono utilizzati nel marketing, così estranei ancora oggi per molte persone (K come keyword advertising), e un piccolo indice dei “siti utili”. Da Canva per la creazione di immagini senza aver bisogno delle conoscenze di un grafico fino ad Ubersuggest per determinare le migliori parole chiave per farsi trovare online, questa vera e propria cassetta degli attrezzi conclude una lettura che consiglio vivamente a chiunque voglia donare tutto se stesso alle PMI e al web marketing.